« Torna alla legislazione

LEGGE 2 febbraio 1970 , n. 14

Modificazione della legge 3 febbraio 1963, n. 77, avente per oggetto disposizioni in favore degli operai dipendenti dalle aziende industriali dell'edilizia e affini in materia di integrazione guadagni.

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA la seguente legge: Art. 1. Agli operai dipendenti da aziende artigiane operanti nel settore dell'edilizia e affini sono concessi i medesimi benefici previsti dall'articolo 1 della legge 3 febbraio 1963, n. 77.
                               Art. 2.

  Il  primo comma dell'articolo 8 della legge 3 febbraio 1963, n. 77,
e' sostituito dal seguente:
  "Al   pagamento  dell'integrazione  di  cui  all'articolo  1  della
presente  legge  si provvede con un contributo a carico delle imprese
industriali  e  artigiane  dell'edilizia e affini nella misura dell'1
per   cento   della   retribuzione  lorda  sottoposta  al  contributo
integrativo  per  l'assicurazione  obbligatoria per la disoccupazione
involontaria". (1) ((2))
---------------
AGGIORNAMENTO (1)
  La  L. 6 agosto 1975, n.427 ha disposto (con l'art. 8, comma 1) che
i contributi previsti dall'articolo 2 della legge 2 febbraio 1970, n.
14 sono elevati al 3 per cento della retribuzione lorda imponibile, a
decorrere  dal  periodo  di  paga  in  corso al primo giorno del mese
successivo a quello di entrata in vigore della presente legge.
---------------
AGGIORNAMENTO (2)
  Il  D.P.R.  14  settembre  1978,  n.897 ha disposto (con l'articolo
unico)  che  "A  decorrere  dal  1  gennaio  1978,  le  aliquote  dei
contributi  previsti dall'art. 2 della legge 2 febbraio 1970, n. 14 e
dall'art.  2  della  legge  6  dicembre  1971,  n. 1058, sono elevate
rispettivamente   al   4  per  cento  ed  al  2,80  per  cento  della
retribuzione lorda imponibile."
 
	        
	      
                               Art. 3.

  Nella  commissione  provinciale di cui all'articolo 4 della legge 3
febbraio  1963,  n.  77, fra i rappresentanti degli imprenditori deve
essere  incluso  un  rappresentante  degli  artigiani  scelto  fra le
organizzazioni piu' rappresentative in campo provinciale.
 
	        
	      
                               Art. 4.

  Nella  commissione  centrale  di  cui  all'articolo 5 della legge 3
febbraio  1963, n. 77, fra i rappresentanti dei datori di lavoro deve
essere  incluso  un  rappresentante  degli  artigiani  scelto  fra le
organizzazioni nazionali piu' rappresentative.
 
	        
	      
                               Art. 5.

  La  misura  del  contributo  previsto dall'articolo 8 della legge 3
febbraio   1963,   n.   77,  puo'  essere  modificata,  in  relazione
all'andamento  della  gestione,  con  decreto  del  Presidente  della
Repubblica  su  proposta  del  Ministro per il lavoro e la previdenza
sociale di concerto con il Ministro per il tesoro.
 
	        
	      
                               Art. 6.

  La  presente legge entrera' in vigore il giorno successivo alla sua
pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.

  La  presente  legge,  munita del sigillo dello Stato, sara' inserta
nella  Raccolta  ufficiale delle leggi e dei decreti della Repubblica
italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla
osservare come legge dello Stato.

  Data a Roma, addi' 2 febbraio 1970

                               SARAGAT

                                               RUMOR - DONAT-CATTIN -
                                                                MAGRI

Visto, il Guardasigilli: GAVA
 
	        
	      
« Torna alla legislazione