« Torna alla legislazione

LEGGE 6 dicembre 1971, n. 1058

Disposizioni speciali in materia di integrazioni salariali per gli operai dipendenti da aziende di escavazione e lavorazione di materiali lapidei.

    La  Camera  dei  deputati  ed  il  Senato  della Repubblica hanno
approvato;

                  IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA -

                              PROMULGA

la seguente legge:
                               Art. 1.

  Agli operai dipendenti da aziende industriali esercenti l'attivita'
di escavazione e lavorazione di materiali lapidei sono estesi, con le
stesse  modalita',  i  benefici di cui alla legge 3 febbraio 1963, n.
77, e successive modifiche e integrazioni.
  Le  disposizioni  di cui al comma precedente si applicano anche nei
confronti  degli  operai dipendenti da' aziende artigiane, sempreche'
svolgano  attivita'  di  escavazione  e  di  lavorazione di materiali
lapidei, con esclusione dei dipendenti da aziende artigiane, che tale
attivita'  di  lavorazione  svolgono  in  laboratori  con strutture e
organizzazione distinte dalla attivita' di escavazione.
  La sfera di applicazione, comprende le seguenti attivita':
    1) escavazione del marmo; escavazione dell'alabastro; escavazione
del  granito, diorite, quarzite, sienite; escavazione del travertino;
escavazione   delle   ardesie;   escavazione  delle  pietre  silicee;
escavazione  delle pietre calcaree; escavazione dei tufi; escavazione
delle altre pietre affini;
    2) segatura, lavorazione dei sopraddetti materiali;
    3) produzione, dei granulati, cubetti, polveri e similari;.
    4) produzione di pietrame e pietrisco;
    5) lavorazione delle selci;
    6) produzione di sabbia e ghiaia.
                               Art. 2.

  Al  pagamento  delle  prestazioni  si  provvede con un contributo a
carico  dei  datori  di  lavoro  nella  misura dell'1 per cento della
retribuzione  lorda  corrisposta  agli operai indicati all'articolo 1
soggetta  al  contributo  per  l'assicurazione  obbligatoria  per  la
disoccupazione involontaria. ((1))
---------------
AGGIORNAMENTO (1)
  Il  D.P.R.  14  settembre  1978,  n.897 ha disposto (con l'articolo
unico)  che  "A  decorrere  dal  1  gennaio  1978,  le  aliquote  dei
contributi  previsti dall'art. 2 della legge 2 febbraio 1970, n. 14 e
dall'art.  2  della  legge  6  dicembre  1971,  n. 1058, sono elevate
rispettivamente   al   4  per  cento  ed  al  2,80  per  cento  della
retribuzione lorda imponibile."
                               Art. 3.

  La   gestione   speciale   per  gli  operai:  dell'edilizia  terra'
contabilita'  separate, rispettivamente per il settore dell'industria
e   per   quello   dell'artigianato;   per   le  operazioni  inerenti
all'applicazione della presente legge.
                               Art. 4.

  La  misura  dei  contributi,  dovuti  rispettivamente dalle aziende
industriali  ed  artigiane,  potra' essere modificata con decreto del
Presidente  della Repubblica su proposta del Ministro per il lavoro e
la  previdenza  sociale  di concerto con il Ministro per il tesoro in
modo  da  far  corrispondere  il  gettito contributivo al costo delle
prestazioni   risultante   da  ciascuna  delle  contabilita'  di  cui
all'articolo  3.  Qualora  le  risultanze  delle  contabilita' di cui
all'articolo  3 evidenzino disavanzi, il decreto del Presidente della
Repubblica   modifichera'   la  misura  dei  contributi  con  effetto
dall'esercizio  dell'anno  successivo  a  quello  di approvazione dei
bilanci dell'Istituto nazionale della previdenza sociale.
                               Art. 5.

  Per   l'esame   delle  questioni  relative  all'applicazione  della
presente legge, sono chiamati a partecipare alla commissione centrale
di  cui  all'articolo  5  della  legge  3  febbraio  1963;  n. 77, in
sostituzione dei rappresentanti dell'edilizia; due rappresentanti dei
datori  di lavoro e due rappresentanti dei lavoratori delle categorie
interessate.
                               Art. 6.

  La presente legge ha effetto dal 1 dicembre 1971.

  La  presente  legge,  munita del sigillo dello Stato, sara' inserta
nella  Raccolta  ufficiale delle leggi e dei decreti della Repubblica
italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla
osservare come legge dello Stato.

  Data a Roma, addi' 6 dicembre 1971

                               SARAGAT

                                               COLOMBO - DONAT-CATTIN
                                               FERRARI-AGGRADI - GAVA

Visto, il Guardasigilli: COLOMBO
« Torna alla legislazione